Tasse universitarie,riforma dei rimborsi

La Giunta provinciale ha approvato una radicale riforma dei criteri per la concessione dei rimborsi delle tasse universitarie: d'ora in poi sono ammessi al contributo richieste provenienti da 57 Paesi, ossia tutti quelli che hanno firmato la Convenzione di Lisbona per il riconoscimento dei titoli di studio relativi all'insegnamento superiore nella Regione europea. "Fino a questo momento la Provincia ha rimborsato le tasse universitarie solo a studenti iscritti a un'università italiana o in un Paese estero di lingua tedesca. I nostri giovani però sono sempre più dinamici e come esecutivo teniamo a sostenere l'internazionalizzazione", ha sottolineato il presidente della Provincia Arno Kompatscher nell'ambito della conferenza stampa. Per l'anno accademico 2018/19 è prevista una norma transitoria che stabilisce il rimborso nella misura massima dell'80%, con un tetto massimo di 3.000 euro, per le tasse pagate da studenti frequentanti università equiparate in Italia o nell'area culturale tedesca.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Plaus

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...